Blocchi Antalgici di nervi periferici, radici nervose o punti trigger

210

Per poter comprendere cosa sia la terapia del dolore è necessario concentrarsi proprio sul concetto di dolore, quest’ultimo è definito genericamente come la percezione che il cervello ha di un danno a livello tissutale presente nel corpo e che si traduce di conseguenza nella trasmissione dal sistema nervoso al cervello di sensazioni dolorose.

Il dolore però non è sempre uguale, esistono principalmente due tipologie di dolore, quello nocicettivo, che è la risposta del sistema nervoso al danno subito e quello neuropatico, che invece trova la sua origine nel sistema nervoso stesso e non esternamente.

Il dolore neuropatico è acuto e cronico: sono coinvolti i nervi periferici, il midollo spinale e le radici nervose.

Le patologie che si associano al dolore neuropatico provocano molta sofferenza al paziente e sono molto difficili da gestire e da curare. In casi come questi e non solo, subentra l’aiuto della terapia del dolore, che va ad agire mediante diverse tecniche, come ad esempio le infiltrazioni di nervi periferici, di radici nervose o di punti trigger, delle zone in cui i nervi sono molto più sensibilizzati.

Terapia del Dolore Cosa è

La terapia del dolore o algologia viene definita come un trattamento medico che mira ad alleviare e in alcuni casi eliminare del tutto il dolore. Viene effettuata somministrando farmaci in zone mirate del corpo mediante infiltrazioni o blocchi antalgici.

I farmaci per la terapia del dolore variano in base alla patologia e possono essere antidolorifici forti, antinfiammatori, analgesici e/o anestetici locali.

Il medico previa visita ed esami diagnostici approfonditi valuta la terapia migliore.

In base alla tipologia di sindrome e alla sua gravità, la terapia può essere anche associata a trattamenti chirurgici e riabilitativi e talvolta anche a un sostegno di tipo psicoterapeutico, in modo da supportare il paziente a 360 gradi.

Blocchi Antalgici di Nervi Periferici, Radici Nervose o Punti Trigger

I blocchi antalgici o infiltrazioni sono dei trattamenti medici messi in atto a livello ambulatoriale, che consistono nell’iniettare in modo localizzato farmaci con azione mirata ad alleviare il dolore causato da diverse patologie.

Una soluzione di antiflogistico e anestetico a bassa concentrazione viene iniettato in prossimità di un nervo che trasmette il segnale relativo al dolore, con effetti benefici quasi immediati.

Le infiltrazioni vengono effettuate dal medico mediante guida ecografica, che consente di seguire su un monitor l’operazione, localizzando esattamente il punto su cui intervenire.

Il blocco antalgico viene impiegato nei casi in cui non si riesce a trattare il dolore semplicemente con i farmaci, in varie forme di nevriti e radicolopatie, tra cui lombosciatalgiecervicobrachialgienevriti intercostali.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

WhatsApp chat