Caso Clinico Ernia Cervicale: Un Anno Dopo Discectomia Laser Percutanea 03/2015

0 258

Qui di seguito è riportato un caso clinico di ernia cervicale ad un anno dalla discectomia laser percutanea. L’immagine in evidenza mostra la risonanza magnetica nucleare datata 19 Marzo 2015 e la risonanza magnetica nucleare datata 9 Febbraio 2016 con evidente scomparsa dell’ernia discale.

Anni: 35

Sesso: Donna

Sintomi: Dolore cervicale e brachialgia severa da circa un anno, parestesie ad entrambe le mani, sensazione di scosse, crampi, impossibilità a svolgere attività lavorativa.

Diagnosi: Ernia del disco intervertebrale C5 C6

Percorso Terapeutico:

  • N. 3 Infiltrazioni Peridurali Cervicali RX Guidate ogni 20/30 gg
  • Discectomia Laser Percutanea
  • N. 8 Sedute Ozonoterapia paravertebrale cadenza settimanale
  • Fiosioterapia: 2 sedute settimanali per 2 mesi con fisioterapista esperto in riabilitazione cervicale

La Paziente riferisce remissione completa della sintomatologia e ripete su sua iniziativa Risonanza Magnetica Nucleare in data 9 Febbraio 2016 con evidente scomparsa dell’ernia discale.

La scomparsa dell’ernia è dovuta alla decompressione del disco, alla lisi con laser del nucleo discale, all’attività dei farmaci antinfiammatori iniettati con le infiltrazioni, alla ozonoterapia (grazie alla attività idrolitica e ossidante), all’ottima fisioterapia (che migliora la dinamica vascolare dello spazio peridurale favorendo il riassorbimento del materiale) ed alla naturale disidratazione.

Ovviamente il caso esposto ed i risultati ottenuti non rappresentano il 100% dei casi trattati.

P.s. Per i più attenti, in risposta alla domanda che spesso mi viene posta “ma lei su sua sorella eseguirebbe questi trattamenti?” Beh, la paziente è proprio lei.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat