Cervicalgia e Tutore per il Collo

0 35
[amazon bestseller=”collari cervicale”]

Il tutore cervicale è usato allo scopo di immobilizzare o quantomeno limitare i movimenti delle vertebre cervicali e sostenere il peso della testa, per evitare di sovraccaricare di tensione questa zona.

Il sostegno e l’immobilizzazione del collo possono essere consigliati per scopi terapeutici, in via precauzionale per evitare possibili danni ai nervi spinali e come ausilio nei casi di tensioni muscolari, per favorire una rapida guarigione.

Il tutore in particolare viene usato per combattere la cervicalgia, una condizione dolorosa che trova diverse cause, tra cui le più comuni sono sicuramente il mantenimento di una posizione errata con il collo piegato per lunghi periodi, le protusioni e le ernie discali nella zona cervicale.

Tutore Cervicale

La cervicalgia, nota comunemente come cervicale, consiste in una serie di dolori che si manifestano nel collo e che tendono a diffondersi anche alle spalle e qualche volta alle braccia.

Uno dei rimedi contro la cervicale più comuni consiste nell’utilizzo di un tutore, vale a dire un dispositivo a protezione e sostegno del collo che permette di sostenere il peso della testa.

Grazie al tutore per il collo è possibile alleviare il dolore e la tensione dei nervi e dei muscoli del collo, e coadiuvare ad una più celere guarigione della cervicale.

Non esiste un unico modello di tutore per il collo, di conseguenza nella scelta di quello migliore per le proprie esigenze è bene farsi guidare dal medico. 

Migliori Collari Cervicale

Lo scopo del tutore per il collo, come detto, è quello di sostenere al meglio la testa e quindi dare sollievo dal dolore.

Questo prodotto deve aiutare a tenere una postura idonea alla guarigione e ad evitare l’eccessivo affaticamento dei muscoli del collo.

Il tutore per il collo può essere rigido, semi-rigido, ovvero morbido a seconda delle esigenze e della lesione che il paziente ha riportato: non è raro che si renda necessaria la creazione su misura del tutore per il collo per la cervicale in alcune ipotesi.

[amazon box=”B00JE5EI7S,B07C2ZD7MW,B07L75LLVM”]

Per scegliere il modello adatto, è bene anche tenere conto della causa scatenante del trauma.

In alcuni casi è bene che il tutore sorregga la testa o il mento, in caso di cervicale leggera è consigliato il tutore per il collo semi-rigido, mentre nell’ipotesi di un trauma causato da incidente, è consigliato un tutore per il collo rigido.

Non si tratta di una scelta banale, ad esempio l’uso prolungato di un tutore eccessivamente rigido e portante potrebbe causare un indebolimento del tono dei muscoli del collo, quando non è indicato il suo utilizzo.

Nella scelta del collare cervicale bisogna anche tenere conto della libertà di movimento lasciata dal tutore rispetto alle proprie esigenze quotidiane (guidare, lavorare e via dicendo).

Si deve tener conto anche della comodità e dei materiali dai quali è formato il tutore.

La maggior parte dei collari è traspirante, per permettere al collo di respirare anche durante la stagione calda.

Se il materiale non è traspirante, il rischio è quello della formazione di irritazioni nella zona del collo e delle spalle, come conseguenza del sudore e del contatto diretto con il tutore stesso.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat