Cervicobrachialgia ed Ernia del Disco Cervicale

0 499

Per cervicobrachialgia si intende un dolore progressivo e a volte invalidante che interessa il tratto cervicale della colonna vertebrale e si diffonde alle spalle, lungo le braccia e in alcuni casi raggiunge anche le dita delle mani, attraverso i nervi del plesso brachiale.

Le cause più comuni di questa fastidiosa patologia sono la protrusione dei dischi cervicali e l’ernia del disco.

Scopriamo insieme sintomi e cure di tale condizione dolorosa.

Cervicobrachialgia

Cos’è la Cervicobrachialgia e Quali Sono i Sintomi

La cervicobrachialgia è una sindrome molto diffusa che coinvolge sia donne che uomini compresi in una fascia di età che varia mediamente dai 30 ai 70 anni.

Si manifesta con un forte dolore di carattere bruciante che coinvolge collo, spalle, braccia e talvolta anche punta delle dita.

Il nucleo della patologia, tuttavia, risiede nella colonna vertebrale dove si verifica una compressione dei nervi spinali afferenti alle vertebre C5, C6, C7 e C8.

Tale compressione irrita i nervi del tratto cervicale generando dolore, formicolii e parestesie, rigidità muscolare e giramenti di testa.

La cervicobrachialgia può manifestarsi in caso di movimenti delle braccia ripetuti e continui, o essere causata dal trasporto di oggetti pesanti, da traumi del rachide cervicale o da malformazioni congenite alla colonna.

La causa più comune della cervicobrachialgia è l’ernia del disco cervicale. Le due patologie infatti sono strettamente correlate tra di loro e possono essere curate in contemporanea.

Cos’è l’Ernia del Disco Cervicale e Come si Manifesta

L’ernia del disco cervicale consiste nella fuoriuscita di uno o più dischi cervicali, situati tra le vertebre del tratto cervicale, in particolare C5, C6, C7 e C8.

I dischi intervertebrali hanno la funzione di attenuare le pressioni sviluppate durante i movimenti, permettono di assecondare le movenze del collo e di sopportare le sollecitazioni a carico della colonna vertebrale.

Quando i dischi intervertebrali cervicali si consumano o si sfaldano, vanno in contro a degenerazione, escono dal loro asse dando luogo all’ernia cervicale, caratterizzata dalla fuoriuscita del nucleo polposo.

Tale protuberanza può comprimere il midollo osseo oppure le terminazioni dei nervi spinali. Nel primo caso il soggetto avverte mal di schiena, perdita di sensibilità agli arti, debolezza muscolare, difficoltà a camminare agevolmente. Nel secondo caso, più diffuso, l’individuo è affetto da cervicobrachialgia, perdita di sensibilità agli arti superiori, perdita di forza muscolare, parestesie che possono interessare anche le dita delle mani.

Cervicobrachialgia Cure e Rimedi

Come Curare la Cervicobrachialgia e l’Ernia del Disco Cervicale

La cervicobrachialgia è una condizione molto delicata che va trattata da personale medico altamente specializzato.

Dopo la valutazione clinica da parte di un medico specialista, si può procedere ad esami diagnostici, come la tac o la risonanza magnetica, che consentono di verificare lo stato dei nervi spinali ed eventuali compressioni strutturali o a livello midollare.

Una volta riscontrate le suddette patologie si può optare per differenti soluzioni, alcune molto tecnologie e innovative.

Oltre ai tradizionali esercizi di stretching muscolare o di ginnastica posturale, la Cervicobrachialgia e l’ernia del disco cervicale possono essere curate attraverso l’ossigeno-ozonoterapia.

Attraverso infiltrazioni sottocutanee si può diffondere tra le vertebre della colonna combinazioni rigeneranti di ossigeno e ozono che hanno una funzione analgesica e la comprovata capacità di ridurre sostanze mediatrici del dolore e dell’infiammazione, come l’istamina, la serotonina, le prostaglandine, ecc.

Qualora tali rimedi naturali non dovessero bastare, si possono assumere specifici farmaci antidolorifici e antinfiammatori sempre sotto accurata prescrizione medica.

 

Bibliografia

Radhakrishnan K, Litchy WJ, O’Fallon WM, Kurland LT. Epidemiology of cervical radiculopathy. A population-based study from Rochester, Minnesota, 1976 through 1990. Brain. 1994.

Eubanks JD. Cervical radiculopathy: nonoperative management of neck pain and radicular symptoms. Am Fam Physician 2010.

Bogduk N. The anatomy pathophysiology of neck pain. Phys Med Am 2011.

Levine MJ, Albert TJ, Smith MD. Cervical radiculopathy: diagnosis and nonoperative management. J Am Acad Orthop Surg 1996.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat