Dolore Persistente Schiena Bassa Cosa Fare?

0 56

Dolore Persistente Schiena Bassa Cosa Fare? Questo dolore è molto diffuso e non deve preoccupare.

L’importante è seguire il giusto percorso di diagnosi, la fase in cui si accerta l’origine determinando la buona riuscita della cura.

Occorre individuare i sintomi e fare degli accertamenti per poi passare ad una serie di terapie che dipendono dal caso clinico specifico.

Vediamo quindi alcune informazioni utili per contrastare e guarire il dolore persistente alla schiena bassa.

Lombalgia Cause e Rimedi 

La lombalgia è il termine che indica i dolori alla parte bassa della schiena.

In questo termine, tuttavia, rientrano tante variabili che sono l’intensità, il modo in cui il dolore si è manifestato, il passato clinico del paziente.

Il punto è che si ritiene che la maggior parte delle cause che originano la lombalgia siano di tipo non specifico, ovvero di natura posturale scorretta e di eccesso di peso corporeo che grava sulla colonna.

Solo una minima parte è correlata a problemi specifici come patologie della colonna vertebrale ma nonostante questo, in entrambi i casi, si procede tramite accertamenti diagnostici.

Di solito il mal di schiena si identifica tra acuto e cronico e, per ognuno si procede attraverso l’identificazione della causa.

Potrebbero esserci problemi ai muscoli,ai legamenti, alle articolazioni e ai dischi con relative infiammazioni, rigidità, e intorpidimento.

Tutto dipende da intensità e durata del dolore che potrebbe essere un segnale d’allarme o una di difesa e, quindi, occorre ascoltare ciò che ci dice il corpo e provare a cambiare posizione, a camminare e a cercare di trovare la mobilità.

Se questo dolore è originato da una lesione l’intervento sarà legato al trauma, per cui parliamo di un approccio diverso, che riguarda la lombalgia da fratture vertebrali.

Cosa Prendere per il Mal Schiena?           

Il dolore persistente alla schiena bassa ci dice che è il caso di fermarci a pensare a quale movimento o postura potrebbe averne scatenato l’origine.

Perdere peso e muoversi di più durante il giorno sono già di per sé rimedi molto utili.

Qualsiasi rimedio farmacologico dovrebbe essere discusso con il proprio medico in base alla gravità, per cui non prendere iniziative.

Il medico individuerà la natura del dolore e il relativo farmaco antinfiammatorio indicato, oltre ad un trattamento conservativo o di altra natura.

Cerca di correggere il modo in cui dormi, lavori o conduci la tua vita perché è da quello che si originano la maggior parte dei problemi articolari e motori alla schiena.

Se senti formicolio alla gamba e altri dolori, invece, dovresti leggere questo approfondimento dedicato alla lombosciatalgia.

Il farmaco dipende dal tipo di dolore e spetta al medico stabilirlo.

Terapia del Dolore Palermo

In genere nei casi cronici lo specialista propone un percorso di terapia del dolore, ovvero un approccio che mira in modo prioritario a risolvere il sintomo doloroso.

Il paziente deve poter ritrovare la mobilità dell’arto o della zona bloccata attraverso l’eliminazione del dolore con terapie non invasive e conservative.

Nello specifico il dolore viene interpretato come soluzione per aiutare il paziente a non soffrire, liberandosene.

Attraverso una visita molto dettagliata ed ispettiva lo specialista osserva tutto ciò che possa essere di aiuto ad individuare un problema tra cui gli esami radiologici o la risonanza magnetica.  

Con le conoscenze derivanti dall’algologica è possibile affrontare il disturbo attraverso la diagnosi precoce e corretta del dolore, concentrandosi esclusivamente sulla causa che lo origina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat