Esercizi per Epicondilite Gomito: Movimenti Consigliati ed Esercizi da Evitare

0 226

Esercizi per Epicondilite Gomito – L’epicondilite è una sindrome dolorosa del gomito di cui abbiamo parlato anche nel nostro articolo intitolato Sintomi Epicondilite Rimedi e Cure.

Questo disturbo si abbina spesso a sforzi e lavori estenuanti oppure a problemi posturali che interferiscono con i nervi e con la muscolatura.

Per questo oggi  vediamo quali sono i migliori esercizi per epicondilite gomito da svolgere e i migliori rimedi per questo disturbo.

Epicondilite Esercizi Riabilitativi   

Per attutire e lenire il dolore e la rigidità provocati dall’epicondilite i migliori esercizi sono quelli che coinvolgono anche schiena e spalle.

Il consiglio è quello di non spingere troppo perché non accelera la guarigione e sovraccarica le articolazioni.

Solitamente tra gli esercizi più indicati per l’epicondilite al gomito si consigliano allungamenti del trapezio, rotazione delle spalle ed il rinforzo e l’allungamento di flessori ed estensori.

Questi esercizi servono a rinforzare il tono muscolare delle braccia e a distendere la rigidità e la pressione che insiste sul gomito.

Molto spesso, infatti, tendiamo a irrigidire un arto che ci fa male per timore del dolore.

Si tratta di un riflesso difficile da controllare ma che, alla lunga, può comportare molti problemi.

Per esempio un’eccessiva rigidità può arrivare a bloccare l’arto e per riportarlo alla normalità servono sessioni intensive di fisioterapia, farmaci e macchinari.

La rotazione delle spalle è un esercizio che puoi fare anche da casa, un po’ come gli altri esercizi per epicondilite gomito che ti abbiamo consigliato.

La spalla, infatti, può irrigidirsi e contribuire all’alterazione del movimento del braccio che provoca l’infiammazione del gomito.

Per questo sarà utile lavorare anche sul tratto cervicale della schiena e evitare qualsiasi forma di rigidità.

Epicondilite Esercizi da Evitare in Palestra

Tra gli esercizi epicondilite gomito assolutamente da evitare c’è tutta l’area attrezzi e pesi.

Mettere sotto sforzo un arto infiammato è quanto di più sbagliato esista per una sicura riabilitazione.

Innanzitutto se ti trovi ancora nella fase acuta di infiammazione sarebbe meglio stare a riposo ed evitare troppi sforzi di sollevamento.

Inoltre sarà sempre il medico la persona di riferimento a cui affidare la guarigione, considerando che ogni caso è diverso e specifico.

I nostri consigli potranno sembrare generici e banali ma ci teniamo a prendere le distanze da rimedi considerati universalmente validi.

Prima di fare un movimento o un esercizio, infatti, deve essere primariamente chiara la finalità.

Nel caso del recupero del gomito affetto da epicondilite, quindi, la durata e l’entità del riposo, così come gli esercizi da svolgere o la fisioterapia sono tutti da stabilire caso su caso.

Se dovessimo però dare un consiglio valido per tutti in merito agli esercizi per epicondilite del gomito da evitare, quelli senz’altro sono i pesi e i sollevamenti.

Gli unici esercizi utili, dopo il via libera del medico, immediatamente dopo la fase di dolore acuto sono quelli orientati a recuperare la mobilità articolare.

Difatti in questa fase è utilissimo capire perché si sia sviluppata l’infiammazione e, se questa dipende da difetti posturali o da altre patologie del tratto cervicale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat