Esercizi per il Mal di Schiena

0 283

Il mal di schiena è una problematica molto diffusa che colpisce quasi l’80% della popolazione in tutto il mondo.

Perché viene il mal di schiena e soprattutto come prevenirlo?

C’è chi soffre di mal di schiena cronico e chi soltanto a volte accusa dolori alla schiena che poi passano da soli… ma quasi tutti almeno una volta nella vita hanno avuto un episodio di mal di schiena.

Da cosa dipende il mal di schiena come curarlo?

Mal di Schiena Cause, Cure e Rimedi

Si tratta di un problema così diffuso che spesso si tendono a trascurare i sintomi, con conseguenze anche gravi per la nostra colonna vertebrale.

Il mal di schiena infatti andrebbe affrontato, gestito e risolto nella maniera più opportuna a seconda dei casi con l’aiuto del medico e del fisioterapista.

Spesso il mal di schiena non è causato da patologie particolari e tende a risolversi da solo nel giro di pochi giorni, in altri invece se non curato si può trasformare in un dolore cronico e invalidante.

Ecco perché chiedere consiglio al medico è sempre una buona precauzione.

Qualsiasi dolore, infatti, causa comunque uno squilibrio fisiologico nel nostro organismo che va ad alterare lo stato complessivo di benessere.

Le Cause Più Comuni di Mal di Schiena

Il mal di schiena è un termine generico che indica un sintomo riferito a diversi tipi di disturbi, che in generale si possono distinguere in:

  • mal di schiena acuto
  • mal di schiena cronico

A seconda del tipo di dolore, di come si manifesta ed in quale sede è localizzato, si distinguono anche fattori scatenanti diversi.

Il dolore alla schiena può essere una spia importante di problematiche a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, dovute magari a una postura scorretta, a uno sforzo eccessivo o a delle cattive abitudini.

Altre volte, invece, può essere scatenato da patologie dolorose più serie, come l’ernia del disco o la sciatica, artrite della colonna lombosacrale e più raramente da infezioni, fratture vertebrali, stenosi spinale e neoplasie.

Nei casi meno gravi il dolore alla schiena migliora o peggiora a seconda del movimento fatto o della posizione assunta e compare improvvisamente, alleviandosi autonomamente nel corso di pochi giorni.

Negli altri invece, è accompagnato anche da altri sintomi più gravi, come il formicolio agli arti, la difficoltà a svolgere anche normali attività quotidiane e una debolezza generale.

In caso di mal di schiena persistente è necessario rivolgersi a un medico specialista per il mal di schiena, tra cui un terapista del dolore, per una diagnosi e una corretta terapia.

Prevenire e Curare il Mal di Schiena

Se si soffre di mal di schiena è sicuramente consigliabile non fare sforzi a carico di questa zona, evitando quindi di fare movimenti bruschi e improvvisi, di sollevare pesi eccessivi e di sollecitare troppo la schiena.
Sarà invece raccomandato un po’ di riposo, soprattutto nella fase più intensa del dolore, evitando però di stare troppo tempo coricati a letto o seduti.

E’ molto importante svolgere qualche esercizio di stretching e allungamento dei muscoli della schiena per decontrarre tutta la zona.

Inoltre è possibile applicare dei prodotti topici, come pomate, unguenti e impacchi, soprattutto se consigliati dal medico, che ci aiuteranno ad avvertire meno dolore e a risolvere il problema più in fretta.

Si può valutare assieme al proprio medico anche l’eventuale somministrazione di farmaci antinfiammatori e antidolorifici, a seconda della gravità del problema.

Una volta alleviato il dolore, la prevenzione sarà la strategia migliore per evitare di restare di nuovo bloccati con la schiena. Sarà buona abitudine, quindi, svolgere con una certa regolarità degli esercizi specifici per la schiena, fare un po’ di sport così da rinforzare i muscoli del nostro corpo, compresi quelli dorsali, evitare uno stile di vita eccessivamente sedentario, assumere sempre una postura appropriata sia in piedi che seduti e scegliere anche un materasso e una rete ortopedica che garantiscano un riposo corretto, sostenendo adeguatamente la nostra schiena.

Esercizi per il Mal di Schiena

Quali Sono i Migliori Esercizi per la Schiena?

Esercizio 1

Il primo esercizio utilissimo contro il mal di schiena consiste nel metterci distesi a terra a pancia in su con le gambe allungate. Portiamo le ginocchia verso il petto afferrandole con le mani, quindi stacchiamo soltanto una gamba riportandola a terra mentre l’altra è ancora piegata e viceversa.
Cerchiamo di fare questo esercizio molto lentamente abbinando a ogni movimento un’inspirazione e una successiva espirazione, per almeno una dozzina di ripetizioni complessive.

Esercizio 2

Un altro esercizio da fare, sempre a pancia in su mentre siamo stesi per terra, è quello di provare ad appiattire il più possibile la schiena piegando ogni ginocchio a 90 gradi.
Distesi per terra in posizione supina tiriamo su una gamba soltanto, tenendo il piede a martello, fermiamoci quando abbiamo formato un angolo retto, afferrando, se ci riusciamo, i piedi con la mano.
Ripetiamo lo stesso esercizio anche dall’altro lato, per almeno 10/12 ripetizioni, in questo modo stireremo non solo i muscoli delle gambe ma soprattutto quelli della schiena.

Esercizio 3

A questo punto, ecco un altro esercizio da svolgere sempre stesi a terra, ma a pancia sotto.
Mettiamo le mani dietro il collo e proviamo ad alzarci con le spalle e la testa per curvare il più possibile la schiena verso l’alto andando quindi a sollecitare i muscoli dorsali e quelli della zona cervicale.
Per questo allungamento occorre molta delicatezza.

Esercizio 4

Un esercizio prezioso contro il mal di schiena è quello chiamato del gatto: dobbiamo metterci a quattro zampe per terra, facendo ben attenzione che ginocchia e mani siano larghi quanto il nostro bacino e le nostre spalle.
A questo punto inspiriamo e formiamo una curva con la schiena verso l’alto, espiriamo e formiamo una curva verso il basso. Ripetiamolo lentamente per almeno 10/12 volte.

Esercizio 5

Infine, proviamo a stirare la schiena completamente.
Basta appoggiarci a un tavolo o a una scrivania, mettendoci in piedi a gambe strette, piegando la schiena a 90 gradi.
Appoggiamo le braccia sul tavolo e proviamo ad allungare la schiena il più possibile.
Teniamo questa posizione per qualche secondo alzandoci lentamente così da non avere giramenti di testa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat