Lombalgia Cause, Sintomi e Rimedi

0 61

Oggi parliamo di lombalgia, cause, sintomi e rimedi con un approfondimento che non può essere considerato sostitutivo del parere di un medico specialista.

Tuttavia possiamo aiutarti a capire meglio le cause e i sintomi di questo disturbo e, quindi, ad attivarti prontamente per risolverlo e curarlo.

Cos’è la Lombalgia   

La lombalgia è un dolore lombare che si irradia sulla schiena e che può arrivare in maniera brusca e improvvisa e durare fino a due mesi.

Si tratta di un dolore piuttosto persistente che ci induce a limitare i movimenti e a farci sentire rigidi e impossibilitati a piegarci, camminare o stare seduti.

La lombalgia è un disturbo da prendere seriamente in considerazione perché può essere il campanello d’allarme di numerose patologie della colonna vertebrale, dei muscoli o dei legamenti della schiena.

Difatti può celare fratture, tumori vertebrali, ernia del disco, sciatalgia, cruralgia e stenosi vertebrale.

La lombalgia è un disturbo che caratterizza anche la gravidanza per cui, prima di prendere qualsiasi iniziativa si dovrebbe consultare un medico di fiducia.

Lombalgia Sintomi e Cause

I sintomi della lombalgia sono caratterizzati da rigidità e difficoltà nei movimenti, formicolio, dolore alla schiena ma anche vertigini, dolore e debolezza agli arti inferiori, febbre, perdita del controllo dello sfintere anale, mancanza di appetito e perdita di peso…

Per inquadrare meglio questo disturbo si dovrebbe distinguere la lombalgia acuta da quella cronica.

La prima compare all’improvviso e sparisce nel giro di due settimane quando ci si attiva per curarla e lenire i dolori.

Quella cronica riguarda i dolori sull’area lombare che compaiono gradualmente e che non si risolvono nel giro di tre mesi.

Questo dolore è intenso e più duraturo nel tempo. Distinguere i due disturbi serve ad individuare il fattore scatenante e ottenere una piena guarigione.

Le cause, infatti, possono essere molteplici

Quando si avverte dolore alla schiena le ragioni possono riguardare la colonna vertebrale, i muscoli o i tendini.

Inoltre le sofferenze potrebbero essere causate da patologie degenerative oppure da traumi più o meno gravi.

Tra questi rientra anche il protrarsi di posture errate durante il giorno e che gradualmente induce a lombalgie più o meno gravi.

A questi fattori si aggiungono un’alimentazione squilibrata, l’eccessivo peso corporeo, l’esecuzione di lavori estenuanti oppure una eccessiva immobilità.

Inquadrare le cause tramite esami diagnostici ed anamnesi significa osservare la vita del paziente e la sua storia clinica in dettaglio, proponendo un percorso di indagine mirato che può variare da paziente a paziente.

Per questo indicarti le cause scatenanti della lombalgia potrebbe essere fuorviante.

Ad ogni modo, in via del tutto generale, le cause che possono provocare una lombalgia sono:

  • Contratture
  • Stiramenti
  • Strappi
  • Fratture
  • Tumori a carico di una o più vertebre
  • Ernia del Disco
  • Cruralgia
  • Stenosi spinale
  • Scoliosi/ipercifosi
  • Artrite
  • Infezioni come spondilite, discite, spondilodiscite
  • Calcoli renali

Trattamenti e Rimedi Lombalgia

Come trattare e guarire una lombalgia?

Anche in questo caso è difficile dare una risposta generale dato che le cause sono così numerose e differenti tra loro.

Se la lombalgia ha origine traumatica si provvede ad esami diagnostici per individuare la gravità dell’area coinvolta e si procede con terapie e interventi chirurgici da valutare caso su caso.

Se il disturbo risiede in una vita squilibrata che sovraccarica la schiena e crea tensioni si proporranno terapia conservative come fisioterapia, massaggi decontratturanti, discipline dolci, cambio di stile di vita e di alimentazione.

Qualora il disturbo fosse correlato all’insorgenza di una patologia degenerativa, infine, saranno utili trattamenti mirati come l’ozonoterapia per l’ernia del disco.

La soluzione in questa casistica dipende sempre da ciò che ha scatenato la lombalgia e, quindi, la conseguente terapia risolutiva del fattore scatenante.

Quindi la lombalgia non viene curata con una specifica prassi medica ma tramite l’indagine e la risoluzione di ciò che la causa.

In ogni caso potrebbero essere prescritti farmaci antidolorifici ed antinfiammatori o trattamenti mirati a ridurre il dolore e la rigidità.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat