Lombalgia da Fratture Vertebrali

0 90

Chiamata comunemente “mal di schiena”, la lombalgia è un dolore che può coinvolgere i muscoli e le ossa della parte bassa della schiena.

E’ molto comune, colpisce indifferentemente sia uomini che donne, può essere una lombalgia acuta o cronica.

A seconda della durata, può essere accompagnata da altri sintomi e può avere molteplici cause, traumatiche o patologiche.

Fra le cause di lombalgia troviamo le fratture vertebrali. Vediamo di che cosa si tratta e cosa fare in questi casi.

Fratture Vertebrali Cosa Sono

Si è in presenza di una frattura quando un osso si rompe in parte o completamente. La frattura vertebrale avviene quando una delle vertebre, ovvero le ossa che formano la colonna vertebrale, si crepa o si spezza.

Nella lombalgia sono interessate le vertebre lombari, che sono quelle che si trovano fra le sacrali e le toraciche, nella parte bassa della schiena. Sono cinque, sostengono la parte addominale e sono fra le più grandi e le più forti.

Le cause più comuni di frattura vertebrale sono traumi e osteoporosi.

Le fratture vertebrali da trauma derivano da cadute o incidenti, in cui un forte impatto può causare la rottura dell’osso; le fratture vertebrali da osteoporosi avvengono per compressione, cioè la parte anteriore della vertebra, o corpo, si rompe e collassa su sé stessa, riducendosi di altezza e formando un cuneo. 

Lombalgia da Fratture Vertebrali Sintomi

Nella lombalgia da fratture il dolore si caratterizza per la sua intensità e durevolezza.

Nel momento della rottura di un osso il dolore è acuto, e si risolve solo quando la frattura viene ridotta e la parte colpita immobilizzata.

Nel caso di frattura alle vertebre è impossibile provvedere all’immobilizzazione e il violento dolore permane, non passa in nessun modo e in nessuna posizione, anche se può attenuarsi un pò sdraiandosi e trovando la giusta posizione

Generalmente il dolore colpisce solo la zona coinvolta, ma può anche estendersi in tutta la regione innervata dal nervo spinale interessato.

I nervi spinali infatti, che nascono dal midollo spinale contenuto all’interno del canale vertebrale, fuoriescono fra una vertebra e l’altra e la loro compressione o infiammazione causa dolore.

Quando è una vertebra lombare che si frattura, si verifica il cosiddetto “colpo della strega”: risulta quasi impossibile muoversi, la schiena è bloccata e il più piccolo movimento provoca fitte dolorosissime.

Rimedi e Cure Fratture Vertebrali

Nella fase acuta, subito dopo la frattura, possono essere di aiuto i farmaci analgesici, per attenuare il dolore.

La fase acuta dura in genere una quindicina di giorni, mentre per la guarigione completa occorre qualche mese.

Anche il dolore con il tempo si affievolisce fino a risolversi completamente.

A volte tuttavia, le fratture vertebrali, soprattutto se sono associate ad artrosi o se sono multiple, possono dar luogo a dolore cronico o ricorrente.

E’ necessario poi il riposo e può essere indicato, su prescrizione del medico o dell’ortopedico, un busto.

Tra le cure per le fratture vertebrali la vertebroplastica risulta una delle più valide.

Il medico dopo un’opportuna valutazione del caso prescrive la terapia farmacologica più opportuna e consiglia gli interventi più efficaci per alleviare il dolore da frattura vertebrale.

In questi casi possono essere utili anche la fisioterapia, l’agopuntura e l’elettrostimolazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat