Mal di Schiena: Come Dormire

910

Il mal di schiena cronico è un problema che affligge una grossa fetta della popolazione.

Nella maggior parte dei casi dipende da patologie della colonna vertebrale, abitudini di vita sbagliate e posture scorrette o ancora da cause idiopatiche.

Per contrastarlo si possono avere alcuni accorgimenti utili, primo tra tutti assumere una posizione corretta durante il sonno.

Trascorriamo in media 7-8 ore al giorno a dormire e la posizione che assumiamo a letto risulta fondamentale per la salute della nostra schiena.

Mal di Schiena Posturale Cosa è, Da Cosa Dipende

La maggior parte dei mal di schiena cronici viene liquidata dai medici come patologia idiopatica.

Significa che non hanno una causa chiara e che non vi sono di conseguenza patologie oggettive curabili con farmaci o terapie mirate.

In genere, questo tipo di dolore viene attribuito a cause aspecifiche, tra le quali:

  • l’età e la fisiologica perdita di elasticità delle vertebre;
  • l’obesità, che costringe la colonna vertebrale a uno sforzo superiore per sorreggere il peso del corpo;
  • la sedentarietà, che non contribuisce a promuovere e mantenere la flessibilità delle giunture cartilaginee;
  • la postura sbagliata.

Generalmente, quando la diagnosi finale risulta essere una di queste, si consiglia al paziente di fare un po’ di ginnastica correttiva, di cercare di mantenere il giusto peso-forma e di ricorrere ad antidolorifici da banco al bisogno.

Tuttavia, c’è un aspetto molto importante da considerare, spesso sottovalutato, quando si soffre frequentemente di mal di schiena: la posizione che si è abituati ad assumere mentre si dorme.

Mal di Schiena: Come Dormire

L’Importanza della Postura Durante il Sonno

Un individuo adulto dorme circa 7-8 ore filate ogni notte.

Durante tutte queste ore il corpo è completamente abbandonato e il peso grava quasi completamente sulla colonna, dato che si è in posizione orizzontale.

Inoltre, durante il sonno ci si muove poco, il che significa gravare per diverse ore di seguito sullo stesso punto della schiena.

Non c’è da stupirsi se, al risveglio, si avvertono i muscoli dorsali contratti e la colonna vertebrale dolorante, soprattutto nei punti più soggetti a frizione.

Imparare a dormire in una posizione corretta, concedendosi così un sonno comodo e riposante, può rappresentare la soluzione al mal di schiena cronico e un buon modo per prevenire gli episodi acuti.

Come Dormire per Combattere il Mal di Schiena

Se si soffre di mal di schiena, e si pensa che possa dipendere da una scorretta postura notturna, è necessario apportare alcune modifiche alle proprie abitudini.

La prima cosa da fare è quella di valutare le condizioni di materasso e cuscino.

Il materasso deve essere nuovo, senza protuberanze globose o dislivelli creati da un’imbottitura disomogenea.

Un buon materasso contro il mal di schiena è quello chiamato “ortopedico“, meglio se abbinato ad un’ottima rete con le doghe in legno.

Evitare i materassi troppo morbidi, dove si tende ad affondare, e prediligere quelli che sostengono adeguatamente il peso del corpo.

Il cuscino deve essere sottile: un guanciale troppo gonfio crea un dislivello importante tra testa e schiena, costringendo la zona cervicale a una curva innaturale.

Sono particolarmente consigliati i cuscini in Memory Foam a doppia onda.

Esiste un trucco semplice ma molto efficace per favorire il giusto allineamento della colonna mentre si dorme: mettere un cuscino sotto le ginocchia se si dorme supini o tra le ginocchia se si è abituati a dormire su un fianco.

Sollevare leggermente le gambe all’altezza delle ginocchia fa assumere una posizione dritta, permettendo alla spina dorsale di allinearsi correttamente.

Se il mal di schiena dipende da una postura sbagliata durante il sonno, adottando questo metodo si noteranno i primi miglioramenti fin dalle prime notti.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

WhatsApp chat