Mal di Schiena Dopo uno Sforzo: Cosa Fare?

0 66

Il mal di schiena dopo uno sforzo può essere causato da varie ragioni per cui la prima cosa importante da fare è fermarsi e sospendere qualsiasi attività, magari mettendosi a riposo.

Quando la schiena fa male a seguito di uno sforzo di solito si pensa al colpo della strega ma ci sono tante altre cause che potrebbero averlo scatenato.

In ogni caso gli sforzi eccessivi possono provocare traumi e dolori anche piuttosto acuti che non devono assolutamente essere sottovalutati. Vediamo cosa fare in caso di mal di schiena da sforzo e quando è il caso di preoccuparsi.

Mal di Schiena da Sforzo: quali sono i sintomi? 

Di solito il mal di schiena da sforzo si presenta in due modi.

Nel primo caso si avverte un dolore così acuto da spingerci a incurvare la schiena e ad avere difficoltà a camminare.

Questo è il colpo della strega, così chiamato per via di antiche credenze e per la postura che ci costringe ad assumere. Si tratta di un dolore che si irradia fino alle gambe e da cui troviamo sollievo solo con un antidolorifico o un antinfiammatorio e il riposo.

Si tratta di una lombalgia o lombaggine che colpisce solitamente la parte bassa della colonna vertebrale e che ci immobilizza dal dolore. La posizione antalgica che provoca sollievo è leggermente incurvata e in caso di colpo di tosse o starnuto il dolore diventa quasi intollerabile. Basta un sollevamento brusco per causare l’irrigidimento dei muscoli della schiena e causare un riflesso di contrazione che, pur essendo molto doloroso, si attiva per proteggere la schiena.

Allo stesso modo il dolore può essere provocato da inarcamento o sporgenza del disco intervertebrale. In questo caso si avverte un dolore acuto causato dalla compressione del nervo e dalla relativa infiammazione.

Nel secondo caso il dolore arriva a seguito di uno sforzo ma in maniera più lenta e graduale. Le possibili cause sono l’avanzamento di una contrattura non curata o problemi relativi ai tessuti molli e all’articolazione ossea. Per queste situazioni occorre consultare il medico quando il dolore persiste e non tende a passare con riposo e antidolorifici.

Mal di Schiena: quando preoccuparsi?   

Quando il dolore alla schiena è forte e non tende a scemare è opportuno agire prontamente rivolgendosi ad un medico.

In questi casi è importantissimo spiegare nel dettaglio i sintomi e non sottovalutare mai nessun campanello d’allarme.

Dal momento che è impossibile sapere o capire ad occhio nudo cosa ha generato l’irrigidimento, la contrattura ed il dolore è meglio parlarne con uno specialista in ogni caso.

Sarà lo stesso a prescrivere una pomata all’arnica, un antidolorifico o un intervento più profondo a seconda dell’anamnesi.

Rimedi Mal di Schiena

Nel caso di sforzi esagerati e conseguenti contratture il miglior rimedio è il riposo, il calore e la somministrazione di antidolorifici.

Se questi rimedi non dovessero portare giovamento sarà necessaria una lastra o una risonanza che indagherà sulle ragioni che causano il dolore.

In ogni caso è consigliabile sempre sollevare pesi nel modo giusto e praticare movimenti o attività fisica prestando attenzione al carico e al livello di sforzo.

Per la salute della schiena è importante anche prestare attenzione alla postura e al peso corporeo perché l’obesità, l’eccessiva sedentarietà e le posture scorrette comportano danni anche gravi a tutta la colonna vertebrale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat