Ossigeno Ozonoterapia Quali Patologie Cura?

0 616

L’ossigeno ozonoterapia è un trattamento medico che sfrutta le proprietà dell’ossigeno e dell’ozono, il cui fine è quello di aumentare l’ossigenazione dei tessuti.

La scarsa ossigenazione cellulare può esser causata da diversi fattori, tra cui un’alimentazione poco equilibrata con un elevato consumo di cibi industriali, uso di alcol, zuccheri, poca frutta e verdura come anche l’inquinamento, lo stress e la sedentarietà.

L’impiego di questa miscela di ossigeno e ozono è sempre più frequente nel trattamento del dolore, in quanto ha proprietà antinfiammatorie ed analgesiche.

L’ossigeno ozono terapia inoltre stimola una maggiore rigenerazione osteoarticolare e ha un’azione fungicida ed antibatterica.

Sembra di fatto che l’uso dell’ossigeno ozonoterapia porti ad una minore produzione dei mediatori dell’infiammazione e che riesca ad agire sulle terminazioni nervose che inducono il dolore.

Inoltre è stato verificato, dopo il suo utilizzo, un evidente miglioramento della microcircolazione sanguigna ed una rapida eliminazione delle sostanze tossiche.

L’ossigeno ozonoterapia rafforza il sistema immunitario, aumenta il livello di ossigeno delle cellule ed ha un efficace effetto antiossidante.

Le modalità di somministrazione della miscela di ossigeno e ozono possono essere diverse a seconda dei casi da trattare: può avvenire a livello sottocutaneo e intramuscolare, ad esempio per le contratture e i dolori muscolari, a livello topico mediante l’utilizzo di specifiche creme o attraverso le infiltrazioni, in caso di patologie come l’artrosi e l’ernia del disco.

Altre tecniche attraverso cui è possibile somministrare la miscela di ossigeno e ozono sono l’insufflazione, la terapia idropinica e l’autoemoinfusione.

Ossigeno Ozonoterapia Quali Patologie Cura?

Attraverso l’impiego dell’ossigeno ozonoterapia è possibile intervenire in casi di:

  • Disturbi respiratori: come rinite allergica, broncopneumopatia cronica ostruttiva e asma
  • Disturbi gastroenterici: come emorroidi, Morbo di Crohn, ulcera gastrica, polipi intestinali, colite spastica, colite ulcerosa, rettocolite ulcerosa, diverticoli, intolleranze alimentari
  • Disturbi dell’occhio: ad esempio glaucoma, retinite pigmentosa, maculopatia diabetica, retinopatia diabetica
  • Disturbi virali, batterici e micotici: come herpes simplex, herpes zoster, epatite acuta, epatite cronica, vaginite, uretrite
  • Disturbi del sistema urogenitale: tra cui cistite e candida
  • Disturbi della circolazione sanguigna: come nei casi di piaghe da decubito, ulcera arteriosa e ulcera varicosa, arteopatie obliteranti croniche periferiche, insufficienza arteriosa ed insufficienza venosa, piede diabetico, sindrome di Raynaud
  • Disturbi delle ossa e delle articolazioni: come tendiniti, artrosi, ernia discale, lombalgie, sciatalgie, cervicalgia, osteoartite, gomito del tennista, rizoartrosi, sindrome del tunnel carpale, fibromialgia
    Disturbi della pelle: acne, eczema, psoriasi, cellulite
    Malattie neurodegenerative: sclerosi multipla, SLA, Parkinson, Alzheimer
    Malattie oncologiche: l’ossigeno ozonoterapia ha un’effetto negativo sulle cellule tumorali ed aiuta a ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia e radioterapia

Queste sono solo alcune delle patologie in cui l’ossigeno ozonoterapia viene applicata.

Ossigeno Ozonoterapia Controindicazioni

Le controindicazioni dell’ossigeno ozonoterapia sono davvero poche, tuttavia è sconsigliata nelle donne in gravidanza, nei casi di ipertiroidismo e di anemia falciforme.

L’ozonoterapia non è dolorosa e di norma non sono previsti periodi di convalescenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat