La Storia di Peppe Scafidi (da Facebook)

0 65

Voglio raccontare la mia esperienza. 

La mia patologia: ernia del disco l5 s1 con scivolamento vertebrale e perdita di sensibilità in un piede ed ernia l3 l4 .

Il tutto è cominciato a dicembre del 2018.
Non riuscivo a camminare e stare seduto per i dolori , sono rimasto a letto per 90 giorni a fare antidolorifici ed antinfiammatori senza concludere nulla.

A fine marzo ho iniziato con l’agopuntura e con massaggi osteopatici ed integratori per quasi 2 mesi, ma alla fine ho concluso ben poco e stavo sempre a letto.

All’inizio di Maggio dopo ulteriori accertamenti e preannunciando una possibile operazione, ho deciso di andare dal dottore Sbacchi.

Ho fatto 10 infiltrazioni ravvicinate ed oggi faccio anche fisioterapia e nuoto.

Grazie al dottore Sbacchi ho ricominciato a vivere.

Oggi cammino, porto la macchina, sto seduto.

I dolori sono diventati fastidi e la mia schiena è dritta.

La mia patologia non si guarisce, ma con le infiltrazioni e cambiando stile di vita ed eliminando qualcosina, oggi, sono ritornato a vivere. 

L’ernia del disco è una patologia molto debilitante, il dolore va combattuto con la testa e con gli strumenti giusti.

Non si cura come un raffreddore in pochi giorni, ci vuole tempo, pazienza e tanta forza di volontà.

Ringrazio il dottore Sbacchi per il lavoro svolto ed i consigli che mi continua a dare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat