Reac Terapia Come Funziona?

0 165

Reac Terapia: come funziona? Mai sentito parlare di Reac Terapia? Sicuramente se soffri di stress e relativi dolori cronici il medico potrebbe avertela proposta.

In questo approfondimento vedremo tutto quello che c’è da sapere sulla reac terapia, su come funziona e per quali patologie è più efficace.

Cos’è la Reac Terapia?       

Per REAC Terapia si intende una neuro-stimolazione attraverso campi radio-elettrici che vengono veicolati in modo asimetrico con il fine di correggere gli squilibri del sistema nervoso.

Reac Terapia sta per Radio Electric Asymmetric Conveyer, per l’appunto, ed è una tecnologia in grado di emettere radio-frequenze a bassa intensità che vanno ad interagire sul corpo del paziente senza causare danni, dolori o fastidi.

Semplicemente questa tecnologia interviene sulla modulazione sui flussi di corrente cellulare e comporta un riequilibrio qualora vi fossero alterazioni. La Reac Terapia, quindi, recupera l’equilibrio neuro-fisico, biologico e psichico intervenendo sugli accumuli di stress.

Non si tratta di una terapia “alternativa” perché lo stress è causa di sofferenze reali e tangibili che creano enormi difficoltà come lombalgie, cefalee, nevralgie e tantissimi altri dolori articolari.

Lo stress, la tensione e la sopportazione prolungata di dolori con cui alcuni pazienti sono “costretti” a convivere, alla lunga comportano sbilanciamenti posturali, problemi di sonno, incapacità di comprensione e molto altro ancora.

Indicazioni Reac Terapia: per quali patologie viene eseguita?

I dolori cronici, ovvero quelli per cui non c’è rimedio se non tramite approcci conservativi, possono diventare un vero incubo per chi li vive quotidianamente.

Tra questi vi sono quelli causati dall’ernia del disco, dall’artrite reumatoide, da scoliosi, cifosi e lordosi ecc.. Per tutte queste patologie molto spesso non è possibile portare il paziente ad una completa guarigione ma si può solamente alleviare il dolore che prova contenendo la degenerazione.

Una seduta di reac terapia permette al paziente di allentare la tensione e, agendo a livello apigenetico, questa riordina il sistema nervoso e provoca un immediato benessere.

Questa terapia consente di agire in modo mirato, personalizzando le sedute rispetto alle necessità del paziente.

Quindi è una terapia flessibile e versatile che può donare sollievo e beneficio per un ampio spettro di disturbi.

Come funziona la REAC Terapia?

Solitamente il ciclo terapeutico conta tra le 18 e le 20 sedute con le quali si interviene in profondità. Per far si che i benefici siano durevoli nel tempo il tipo di esposizione è specifico per il paziente. Una seduta dura pochi secondi durante la quale il corpo è sottoposto ad una sofisticatissima elettro-stimolazione che ripristina tutti gli squilibri.

Non prevede alcuna convalescenza, così come non provoca dolori o fastidi.

Si tratta di una terapia consigliata a chi vive una condizione di disagio da lungo tempo. Ovviamente va abbinata ad un percorso strutturato, capace di integrare diversi approcci che hanno come finalità prioritaria il benessere del paziente.

Sicuramente è una novità che trae fondamento da certezze empiriche scientifiche e anche olistiche dato che si fonda sul concetto di equilibrio psico-fisico.

Questa terapia, tuttavia, ritiene che il sistema nervoso centrale possa disorientarsi quando vive per lungo tempo una condizione di disagio. Per questo si abitua ad una nuova vita dolorosa ed il paziente non riesce mai a guarire del tutto. Con la REAC, quindi, è possibile aiutare anche a velocizzare una guarigione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat