Sintomi Epicondilite Rimedi e Cure

0 45

Sintomi Epicondilite Rimedi e Cure – Quando si parla di epicondilite si fa generalmente riferimento ad una sindrome dolorosa che va a colpire il gomito e che si manifesta con una certa tendenza nei tennisti, motivo per cui la si chiama più popolarmente “gomito del tennista”.

Oggi ne scopriremo i sintomi e le relative cure oltre ad alcune riflessioni sulla diagnosi e sui possibili percorsi da intraprendere per ottenere una sicura guarigione dal disturbo.

Cominciamo con i sintomi dell’epicondilite per poi analizzare rimedi e cure.

Epicondilite Sintomi

Solitamente i sintomi dell’epicondilite riguardano le conseguenze da infiammazione di tendini e di muscoli, per cui il paziente avverte dolore e rigidità.

Il dolore e la dolenzia si manifestano anche con il braccio a riposo e generano malessere notturno, provocando disturbi del sonno.

Il paziente spesso ha difficoltà a muovere anche il polso ed il senso di dolore ed intorpidimento arriva sino alla spalla.

Epicondilite Cura     

Quando un paziente manifesta un simile stato di dolore lo specialista deve innanzitutto sciogliere la rigidità con antidolorifici e trattamenti mirati.

Poi deve indagare sull’origine del dolore e può farlo tramite visita specialistica approfondita o richiedendo degli esami più specifici come lastre o risonanza magnetica.

Una volta raccolti tutti i dati può formulare una cura che per l’epicondilite può variare a seconda della gravità.

Possono esserci interessamenti del sistema nervoso periferico come invece la questione potrebbe riguardare i soli muscoli.

Ciò che conta in questa fase è l’individuazione del problema perché da questo dipendono le cure.

In ogni caso il miglioramento dei tendini e della rigidità muscolare può essere trattato a prescindere dell’origine del problema e sempre in base a quanto stabilirà il medico.

Ozonoterapia Epicondilite

Quando si verifica un caso di epicondilite è chiaro che il paziente dovrà stare a riposo e utilizzare bende, tutori, ghiaccio e farmaci per ridurre il sovraccarico e il dolore che ne consegue.

Nei casi più gravi viene anche somministrato il cortisone.

Per la gran parte dei casi la miglior soluzione si è rivelata essere l’ozono terapia, ovvero una miscela che si applica localmente con aghi sottilissimi.

Con dieci trattamenti il problema dovrebbe vistosamente ridursi o sparire del tutto.

Abbiamo spesso parlato di ozonoterapia perché è una tecnica risolutiva davvero versatile e che si utilizza per moltissime patologie articolari.

Per esempio è consigliata per ernia del disco, discopatie generali, protrusioni discali ma anche per problemi cervicali e agli arti inferiori come la sciatalgia.

Sintomi Epicondilite Rimedi e Cure: i benefici dell’ozonoterapia

L’applicazione dell’ozono sull’area da trattare è assolutamente indolore e, al massimo, può provocare un lieve fastidio nei soggetti più sensibili. I miglioramenti però sono ben visibili da subito, soprattutto a livello di dolore percepito.

L’ozono è un materiale innocuo per il nostro corpo ed è impiegato anche in campo estetico per ridurre gli inestetismi della cellulite e sgonfiare gli accumuli.

Per questo il trattamento non richiede convalescenza né provoca impedimenti.

Al contrario fa stare meglio e la sua efficacia è comprovata da tantissimi risultati positivi ottenuti, anche dallo stesso Dottor Emanuele Sbacchi.

Per capire ancora meglio di cosa si trattai puoi leggere le varie storie di chi l’ha provata con risultati più che positivi o scoprire i benefici dell’ozonoterapia passando da qui.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat