Spondilosi Cervicale Sintomi e Cure

0 94

In questo articolo scopri cosa è la spondilosi cervicale quali sono i sintomi e le cure più efficaci.

La Spondilosi Cervicale come la spondilosi lombare è una patologia degenerativa a carico delle vertebre del collo, in cui si verifica una deformazione delle articolazioni vertebrali.

E’ una malattia tipica dell’invecchiamento che causa la degenerazione dei tessuti ossei e la riduzione degli spazi tra le vertebre.

Nella spondilosi deformante si ha la formazione di tessuto anomalo che forma delle escrescenze, definite speroni ossei.

La conseguenza può essere il restringimento del canale midollare con una serie di fenomeni che compromettono, oltre alla zona del collo, il funzionamento e la sensibilità degli arti.

Per effetto della compressione anche altre parti del corpo possono essere cointeressate, a partire dalle vie respiratorie per arrivare sino alla vescica e all’intestino.

Le persone più colpite sono quelle al di sopra dei 60 anni ma la patologia è favorita anche da altri fattori.

Fra le cause di spondilosi cervicali ci sono:

  • Invecchiamento
  • Tenore di vita sedentario
  • Cattiva postura
  • Malformazioni congenite
  • Lesioni dovute a traumi

Spesso ne soffre chi svolge lavori che costringono a mantenere una cattiva postura del collo per lungo tempo, come accade a chi siede ad una scrivania o davanti ad un computer tutto il giorno.

Ma come capire che si tratta di spondilosi cervicale quali sono i sintomi?

Spondilosi Cervicale Sintomi

I sintomi della spondilosi cervicale sono diversi:

  • mal di testa
  • dolore alle spalle
  • rigidità del collo e della nuca
  • scarsa sensibilità alle mani e agli arti superiori
  • senso di instabilità
  • difficoltà di deambulazione
  • capogiri

La gravità della sintomatologia aumenta nel tempo e dipende anche dal coinvolgimento delle radici nervose spinali.

Diagnosi Spondilosi Cervicale e Cura

La diagnosi si esegue mediante Tomografia assiale computerizzata (TAC) o Risonanza magnetica per immagini.

Questo tipo di esami diagnostici può individuare la patologia evidenziando il canale midollare ma in particolare la risonanza permette di analizzare anche l’eventuale compromissione delle radici nervose.

Esistono rimedi per la spondilosi cervicale?

Per contrastare la sintomatologia dolorosa si somministrano farmaci antinfiammatori e farmaci miorilassanti se si soffre anche di spasmi e contrazioni involontarie.

Per la rigidità nucale e per favorire la corretta postura del collo è consigliabile l’utilizzo di un collare morbido e la prescrizione di un adeguato periodo di riposo.

In alcuni casi diventa necessario ricorrere chirurgicamente.

Essendo una patologia dovuta al progressivo invecchiamento, con carattere degenerativo, può succedere che la terapia si riveli, alla lunga, insufficiente e che lo specialista predisponga il paziente alla necessità di ricorrere all’intervento chirurgico per recuperare le funzioni primarie

L’intervento per la spondilosi cervicale consiste nel ridurre il restringimento del canale midollare e consente di diminuire la compressione nervosa e il dolore.

La chirurgia è utile anche nei casi in cui sono presenti osteofiti per un riassetto generale delle vertebre cervicali.

In presenza di eventuali danni neurologici già avvenuti, purtroppo, non è possibile revocare i loro effetti, ma la tempestività dell’intervento serve a scongiurare il pericolo di aggiungerne altri.

Il decorso post-operatorio richiede dei tempi di guarigione, durante i quali sarà necessario sostenere le vertebre cervicali con l’ausilio di un collare rigido fino a completo ristabilimento.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat