Terapia del Dolore: Quando si Fa?

0 237

Cos’è la terapia del dolore e quando si fa?

La terapia del dolore, conosciuta anche più genericamente come medicina del dolore, è una particolare tecnica medica che mira ad alleviare i sintomi che affliggono tutti coloro che soffrono di un dolore cronico.

Si tratta di una cura a tutti gli effetti il cui obiettivo è alleviare quanto più possibile ogni sintomo doloroso avvertito dal paziente.

In alcuni casi la terapia del dolore è efficace anche per combattere le cause scatenanti mentre in altri agisce solo sui sintomi.

In genere si pensa che la terapia antalgica sia indicata solo per le patologie gravi e caratterizzate da irreversibilità ma evidenti studi scientifici dimostrano che questa terapia trovi applicazione in diversi ambiti con molti benefici.

La terapia del dolore aiuta i pazienti a migliorare in maniera spesso significativa la qualità della vita cercando di tenere sotto controllo la sintomatologia dolorosa e inibendo in questo modo qualsiasi alterazione che ne possa scaturire sotto il profilo psicofisico.

Detto questo si comprende l momento in cui agire è quello in cui il sintomo doloroso si trasforma da acuto (ovvero improvviso ma con una durata limitata nel tempo) a persistente e cronico (cioè continuo ed in espansione anche verso altre zone del corpo prima non interessate dalla sintomatologia).

Ma quando è indicata questo tipo di terapia? Quali patologie è possibile trattare con la terapia del dolore?

Terapia del Dolore Quali Patologie?

Come indica il termine stesso, la terapia del dolore è indicata per i pazienti che sono affetti da malattie dolorose.

L’obiettivo è infatti diminuire al massimo la sintomatologia dolorosa che spesso rende impossibile svolgere anche le più piccole attività quotidiane.

Questo genere di cure può infatti essere utili anche sotto il profilo psicologico, in quanto aiuta a migliorare la qualità della vita.

La terapia del dolore è indicata ad esempio in caso di patologie dolorose a carico della schiena, neoplasie, cefalee croniche, nevralgie, artrite.

In tutti questi casi è fondamentale aiutare il paziente che va incontro ad una sofferenza con terapie efficaci per ridurre i sintomi e non solo…

Terapia del Dolore Quando è Utile?

Se è vero che la terapia del dolore viene utilizzata molto spesso nella fase terminale delle malattie più gravi è anche vero che essa viene utilizzata in circostanze piuttosto comuni per ridurre il dolore.

La terapia antalgica infatti trova diverse indicazioni e spesso oltre a ridurre i sintomi ha effetti anche sulle cause scatenanti dei sintomi.

Si parla, ad esempio, di determinate malattie croniche che colpiscono uomini e donne, specialmente superata una certa età e che, a causa di questo, perdono la propria autonomia ed acquistano una totale dipendenza dagli altri.

Ma non solo gli anziani possono aver necessità di ricorrere alla terapia del dolore.

Questa, infatti, può rendersi necessaria anche per i più giovani, ad esempio a seguito di un evento traumatico o di un incidente.

Spesso è indicata per l’emicrania, il mal di schiena e per le patologie articolari.

La terapia del dolore per l’ernia del disco e le protrusioni discali ad esempio è in grado di dare moltissimi benefici, agendo non soltanto sui sintomi ma anche sulle cause dei sintomi.

In tutte queste circostanze con le cure antalgiche è possibile far riacquisire autonomia ai pazienti, alleviare il dolore e ritrovare il piacere di vivere una vita normale.

Naturalmente va specificato che ogni caso e diverso e che l’efficacia delle cure varia sempre da persona a persona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat