Terapia del Dolore Quando si Fa

0 30

La terapia del dolore, conosciuta anche più genericamente come medicina del dolore, è una particolare tecnica medica (da molti definita alternativa) che mira ad alleviare i sintomi che affliggono tutti coloro che soffrono di un dolore cronico.

Si tratta di una cura palliativa a tutti gli effetti in quanto in quanto cerca di alleviare quanto più possibile ogni sintomo doloroso avvertito dal paziente.

In alcuni casi la terapia del dolore riesce anche a minimizzare le cause scatenanti mentre in altri agisce solo sui sintomi.

Le patologie per cui viene applicata la terapia del dolore sono normalmente gravi e caratterizzate da irreversibilità nella maggioranza dei casi.

Utilizzare la terapia del dolore aiuta i pazienti a migliorare in maniera spesso significativa la qualità della loro vita cercando di tenere sotto controllo la sintomatologia dolorosa e inibendo in questo modo qualsiasi alterazione che ne possa scaturire sotto il profilo psicofisico.

Detto questo si comprende come il momento migliore per utilizzare la terapia del dolore è quello in cui il sintomo doloroso stesso si trasforma da acuto (ovvero improvviso ma con una durata limitata nel tempo) a persistente e cronico (cioè continuo ed in espansione anche verso altre zone del corpo prima non interessate dalla sintomatologia).

Terapia del Dolore Quali Patologie?

La terapia del dolore è utilizzata quasi esclusivamente in quei pazienti che sono affetti da malattie per le quali non si può fare altro se non cercare di diminuire al massimo la sintomatologia dolorosa che li accompagna giorno per giorno.

In questo modo si ottiene anche un forte sostegno per i pazienti sotto il profilo psicologico dal momento che in determinati momenti della vita anche la sfera psicologica conta moltissimo. 

La terapia del dolore viene ad esempio utilizzata in caso di patologie dolorose a carico della schiena ovvero tutte quelle condizioni caratterizzate da infiammazione e compressione delle radici nervose, e di neoplasie.

Sono impressionanti i dati diffusi dall’OMS che parlano di circa 12 milioni di tumori diagnosticati ogni anno.

E’ indispensabile aiutare il paziente che va incontro ad una sofferenza psicofisica. Ecco perché è venuta alla luce la terapia del dolore, la cura palliativa per eccellenza. 

Terapia del Dolore Quando è Utile?

Se è vero che la terapia del dolore viene utilizzata molto spesso nella fase terminale delle malattie più gravi è anche vero che essa viene utilizzata anche in circostanze che con i tumori non hanno nulla a che fare.

Si parla, ad esempio, di determinate malattie croniche che colpiscono uomini e donne, specialmente superata una certa età e che, a causa di questo, perdono la propria autonomia ed acquistano una totale dipendenza dagli altri.

Ma non solo gli anziani possono aver necessità di ricorrere alla terapia del dolore. Questa, infatti, può rendersi necessaria anche per i più giovani, ad esempio a seguito di un evento traumatico, di un incidente o di una grave malattia dove, oltre al dolore fisico, è spesso necessario tenere sotto controllo le problematiche psicologiche.

In tutte queste circostanze con la terapia del dolore i pazienti riacquistano un po’ della dignità perduta, sentono il dolore diminuire notevolmente fino quasi a scomparire e riacquistano il piacere di vivere, naturalmente sempre tenendo conto che l’efficacia delle cure varia sempre da persona a persona.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat