Terapia del Dolore Radiofrequenza

0 106

Terapia del Dolore – Radiofrequenza cosa è? Come funziona?

La radiofrequenza medica è una tecnica di terapia del dolore che viene impiegata per il trattamento del dolore cronico e acuto.

Si tratta di una terapia utilizzata per alleviare il dolore alla schiena, e si può praticare anche per curare dolori cervicali, sintomi dell’artrosi e dolori articolari (dolore all’anca, al ginocchio, alla spalla, alla mano e al piede).

Può essere eseguita anche nel caso di cefalee, neuropatie e neuromi.

È un trattamento di tipo mini-invasivo, veloce che non causa particolari complicazioni.

Esistono numerose tecniche che hanno come base l’utilizzo della radiofrequenza.

In particolare per la cura del mal di schiena è indicato il trattamento con radiofrequenza pulsata o continua.

Ma qual è la differenza fra radiofrequenza pulsata e continua?

Cos’è la Radiofrequenza Pulsata?

La radiofrequenza pulsata è una tecnologia utile per trattare dolori alla schiena cronici e acuti che affliggono il paziente.

Attraverso l’utilizzo di correnti di radiofrequenze si agisce direttamente sul nervo o i nervi che causano il dolore.

Il suo uso è consigliato specialmente quando la terapia farmacologica e riabilitativa non riescono a curare la causa del dolore o a lenire la sensazione di dolenza.

Come funziona la Radiofrequenza Pulsata (RFP)?

La tecnica della Radiofrequenza pulsata avviene per mezzo di un piccolo ago che va inserito in corrispondenza del nervo che causa il dolore.

Sulla punta dell’ago è posizionato un elettrodo che distribuisce la radiofrequenza, con una temperatura che va dai 40°C ai 42°C.

Una frequenza di 500 KHz viene applicata sulla zona dolorante per un lasso di tempo di pochi millisecondi.

La capacità del nervo di generare dolore diminuisce perché desensibilizzato dalla radiofrequenza.

Come si fa un trattamento con Radiofrequenza Pulsata?

Il paziente viene fatto stendere su un lettino. La posizione da assumere dipende dal luogo da trattare con la terapia.

Con l’ausilio di un’immagine radiologica, il medico identificherà il nervo che causa il dolore e agirà su di esso inibendo le sue funzioni.

Quanto dura una seduta di radiofrequenza?

Il procedimento ha una durata breve e non c’è bisogno del regime di ricovero.

Alla fine del trattamento, il paziente viene tenuto in osservazione per verificare che tutto sia stato svolto correttamente poi potrà essere dimesso.

Cos’è la Radiofrequenza Continua (RC)?

La Radiofrequenza Continua non mira solo ad inibire le funzioni del nervo ma interrompe permanentemente l’input che le sue fibre mandano al cervello e che causano la sensazione di dolore.

Viene utilizzata nella Terapia del Dolore per causare una lesion termica nervosa definitiva, eliminando così il dolore.

E’ una tecnica mininvasiva molto efficace per combattere il dolore, che viene eseguita da personale medico specializzato.

Come funziona la Radiofrequenza Continua?

Anche in questo caso viene utilizzato un ago la cui punta raggiunge però temperature più elevate: dai 75°C ai 90°C.

Attraverso il calore le fibre nervose che trasmettono il dolore vengono lesionate termicamente.

In tal modo i recettori del nervo non potranno trasportare il segnale di dolore fino al cervello del paziente.

Come si svolge la seduta di Radiofrequenza Continua?

La seduta è analoga a quella della Radiofrequenza Pulsata.

Il medico, attraverso lo studio dell’immagine radiologica, identifica il nervo che causa il dolore.

Si esegue una prova di neuro-stimolazione e, al termine, si procede con l’erogazione della radiofrequenza attraverso l’ago caldo.

Le fibre del nervo vengono bruciate e non potranno più trasmettere dolore.

Nelle ore successive l’intervento, il paziente viene monitorato per poi essere dimesso se la procedura è andata a buon fine.

Benefici Radiofrequenza Trattamento Mal di Schiena

Quali sono i benefici del trattamento con Radiofrequenza?

Si tratta di una tecnica molto impiegata nella terapia antalgica, in quanto permette di alleviare il dolore in modo efficace.

Con la radiofrequenza pulsata o continua è infatti possibile agire direttamente sulla causa del dolore in modo mirato.

L’80% dei pazienti che si sottopongono alla terapia ottengono degli ottimi risultati che possono perdurare anche per 12 mesi.

Se dovesse ricomparire il dolore il trattamento con Radiofrequenza può essere ripetuto.

Terapia del Dolore Radiofrequenza Controindicazioni

Il trattamento con Radiofrequenza è di tipo mini-invasivo quindi la comparsa di complicazioni è praticamente nulla.

La procedura è sicura ed efficace nel trattamento del dolore acuto e cronico del mal di schiena.

Il trattamento è generalmente ben tollerato e non ha particolari controindicazioni.

Il medico in ogni caso prima di eseguire la radiofrequenza esegue tutte le indagini diagnostiche e valuta i possibili rischi con il paziente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat