Terapia del Dolore Sicilia

0 101

Terapia del Dolore Sicilia: a quale medico rivolgersi?

La terapia del dolore è un approccio medico che prevede la diagnosi e la cura del dolore acuto e cronico con particolare attenzione alle cause che l’hanno generato.

Nell’ambito delle patologie della schiena, essa prevede una serie di trattamenti medici mirati a ridurre il dolore, migliorare la funzionalità e permettere al paziente di vivere una vita normale senza restrizioni.

Ma quali sono i trattamenti che si possono eseguire in caso di dolori articolari o dolore alla schiena?

Terapia del Dolore in cosa consiste?

La terapia del dolore è una branca della medicina piuttosto ampia, che comprende diversi trattamenti per alleviare il dolore e agire sulle cause che l’hanno provocato.

A seconda della patologia e dei vari casi clinici, il medico stabilisce dopo le opportune indagini diagnostiche come procedere per ridurre il dolore e permettere al paziente di riacquisire il benessere psicofisico.

Vediamo alcune delle procedure di terapia del dolore che possono essere eseguite per le patologie osteoarticolari.

Ozonoterapia per l’ernia del disco

L’Ozonoterapia è un’ottima terapia che va a decomprimere l’ernia del disco, grazie alla sua azione antinfiammatoria e antidolorifica, consentendone il ritiro.

Tale procedura non richiede l’uso di anestesia e consiste nella somministrazione di una miscela di ossigeno e ozono medicale, iniettata attraverso un’infiltrazione sottocutanea paravertebrale, intraforaminale e intradiscale, con l’aiuto di una guida radioscopica o TAC.

Il trattamento prevede una singola iniezione intradiscale seguita da alcune iniezioni vicine al disco, che consolidano il risultato e contribuiscono al rilassamento muscolare.

Nell’80% dei casi è possibile evitare un intervento chirurgico, che, nell’eventualità in cui la procedura risulti inefficace, non viene compromesso in alcun modo.

Infiltrazioni Ecoguidate del Rachide

Un trattamento efficace per le patologie del rachide, che prevede l’utilizzo di un supporto ecografico, utile per visualizzare le componenti anatomiche della colonna vertebrale, e per garantire una maggiore efficacia e sicurezza delle procedure.

Per eseguire le infiltrazioni ecoguidate del rachide, si posiziona il paziente in modo prono o sul fianco nel lettino.

Dopo una iniezione di anestetico locale, si procede all’infiltrazione, un’iniezione di farmaci (in genere cortisonici, anestetici locali e ozono) e di molecole attive nelle strutture interessate.

Se il paziente non ha effetti collaterali, è libero di tornare a casa e, se è stato utilizzato un cortisone a lento rilascio, ci vorranno circa 24-48 ore prima che egli tragga dei benefici dal trattamento.

Radiofrequenza

La radiofrequenza è una tecnica antalgica mini invasiva utile per i pazienti con ernia del disco, che causa lombalgia o lombosciatalgia.

Tale trattamento può essere eseguito in regime ambulatoriale attraverso l’uso di un ago cannula, introdotto verso il nervo o la struttura desiderata dopo anestesia locale e con l’aiuto della radioscopia.

Questo metodo utilizza delle correnti di radiofrequenze che agiscono in prossimità di nervi e delle vie del dolore, promuovendo una neuromodulazione delle fibre nervose coinvolte nel dolore.

La radiofrequenza viene utilizzata spesso quando altre terapie non hanno effetti positivi. Servono dalle due alle cinque settimane per ottenere un miglioramento, anche in modo definitivo.

Epidurale Antalgica

Si tratta di una terapia antalgica utilizzata nei pazienti con protrusioni erniarie in sede cervicale, dorsale, lombare o sacrale.

L’epidurale antalgica prevede l’iniezione di un farmaco, in genere una miscela di farmaci steroidi e anestetico, nelle vicinanze di una struttura nervosa irritata a livello della colonna vertebrale.

Il paziente viene posizionato sul fianco con le gambe raccolte al petto su un lettino, in modo da far depositare il farmaco nel lato colpito.

Viene poi iniettata la miscela farmacologica nello spazio peridurale attraverso un ago.

Un buon risultato clinico può incoraggiare il proseguimento della terapia; al contrario, se non c’è risposta dopo due infiltrazioni, è meglio non insistere.

La protrusione discale rientra in sede nel 70% dei casi dopo due infiltrazioni epidurali, migliorando i dolori al rachide ed eliminando le parestesie agli arti inferiori.

Terapia del Dolore Sicilia a chi rivolgersi?

Se hai bisogno di un medico per la terapia del dolore in Sicilia puoi rivolgerti al Dott. Emanuele Sbacchi che riceve i suoi pazienti in diverse città.

In particolare è possibile prenotare una visita medica presso gli ambulatori di:

  • Palermo
  • Cefalù
  • Catania
  • Alcamo
  • Trapani
  • San Giovanni Gemini
  • Gela
  • Canicattì

Tra le patologie trattate dal Dott. Sbacchi:

  • Ernia del Disco
  • Dolore Cervicale – Occipitale / Nevralgia di Arnold
  • Stenosi del Canale Lombare
  • Sindromi Dolorose Articolari (spalla, anca, ginocchio e caviglia)
  • Sindrome delle Faccette Articolari
  • Crollo / Frattura Vertebrale
  • Sindrome Post Chirurgia Vertebrale
  • Sacroileite
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat