Tipi di Mal di Schiena

0 22

Il mal di schiena è un sintomo molto comune e diffuso soprattutto tra le persone in età adulta ed anziana.

Esistono molte cause di mal di schiena, tra cui il sollevamento di carichi pesanti ripetuti, il trascorrere lunghi periodi di tempo ad una scrivania con una postura inadeguata ma anche l’indossare un supporto alla schiena non idoneo o condizioni più gravi come una frattura ad un disco della colonna vertebrale.

Il dolore alla schiena può essere debilitante e causare fastidi e problemi più o meno gravi nella vita quotidiana.

Pertanto è necessario conoscere le tipologie di sintomi con le quali si manifesta il mal di schiena per prevenire futuri dolori e per scegliere la giusta cura.

Sintomi e Cause Mal di Schiena

Il mal di schiena può provenire dalla parte superiore della schiena a livello della fascia toracica, ovvero la parte della schiena in cui si congiungono le costole, o dalla parte bassa della schiena, la regione lombare.

Questo dolore può essere avvertito nella metà superiore della schiena e tra le spalle, con o senza dolore al collo.

Può essere causato da danni a legamenti e tendini che sono stati eccessivamente tesi come succede, ad esempio, durante un incidente automobilistico o durante un allenamento; può essere anche causato da stress e tensione emotiva che rendono i muscoli tesi e contratti e può certamente essere dovuto anche ad una cattiva postura che pone ulteriore stress sulla colonna vertebrale e sovraccarica i muscoli ed i legamenti circostanti.

Il dolore lombare si fa sentire alla base della schiena ed è definita propriamente lombalgia.

Ciò può verificarsi se si solleva qualcosa di troppo pesante o a causa di stiramenti dei muscoli lombari oppure a causa di lesioni o traumi diretti.

Questi possono causare una distorsione o tensione nella parte bassa della schiena, causando a loro volta dolore e talvolta spasmi muscolari.

Peso eccessivo, cattiva postura e stress possono anche contribuire al dolore nella parte bassa della schiena.

Per alleviare il mal di schiena può essere utile assumere antidolorifici da banco o impacchi caldi.

Differentemente dai casi sopra citati, è possibile anche avere a che fare con un mal di schiena cronico.

Indipendentemente dalla posizione, i problemi alla schiena possono essere ulteriormente classificati come acuti o cronici in base alla durata del dolore.

Il mal di schiena acuto è un dolore lancinante che non si protrae per molto tempo ed in genere dura da pochi giorni a qualche settimana.

I sintomi vanno dai lievi dolori muscolari al dolore lancinante che porta una scarsissima se non assente flessibilità e range di movimento limitati, talvolta anche incapacità di rimanere in posizione eretta.

Se il mal di schiena dura anche per mesi è considerato “dolore cronico“.

A seconda delle cause il mal di schiena cronico può essere progressivo, il che significa che peggiora nel tempo.

La causa del dolore cronico può essere difficile da determinare senza un referto specialistico e indagini appropriate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp chat